La cantina

la ricerca continua della Qualità

La nostra piccola cantina…

…del Borgo si trova all’interno del museo, risale alla prima metà dell’ottocento, ha le pareti con pietre a vista ed il soffitto a volta dove ci sono ancora i ganci che venivano utilizzati per appendere i  salami a far maturare.
Conservata allo stato originale, con luci soffuse per non disturbare il vino, temperatura ed umidità controllate, oggi è la cantina di affinamento, dove riposano i nostri LulaGiulèOmadaVera e l’Omai, che ha già trascorso 18 mesi nelle botti di rovere.

Un luogo magico che profuma di un tempo lontano e che richiama alla memoria i metodi dei nonni quando, tenendoci per mano, ci mostravano oggetti ai nostri occhi strani e curiosi che noi toccavamo con grande ammirazione e timore reverenziale.

Oggetti che abbiamo raccolto, conservato ed arricchito per ricordare il nostro passato e farlo rivivere ai nostri ospiti attraverso il racconto e l’esperienza diretta del funzionamento di tinitramoggepigiatriciimbottigliatrici e tappatrici di una volta.

Nelle nostre altre due cantine di produzione situate al di fuori del Borgo, la lavorazione delle uve avviene con metodi tradizionali, ascoltando il ritmo del vino.

La nostra piccola produzione ci permette di dedicare la massima attenzione alla qualità dei vini; l’enologo, il cantiniere, l’assaggiatore, nel rispetto dei ruoli, monitorano costantemente le varie fasi della vinificazione.

La tecnologia in cantina è presente, ma solo per aiutarci a raggiungere risultati migliori come il sofisticato impianto per il controllo della temperatura e dell’umidità.