La flora e la fauna

Animali e Piante

La vita del Borgo

Non si può raccontare la vita del Borgo senza parlare di Lucky e Pongo, due fratellini border collie la cui bellezza è pari all’intelligenza. Sono due mascalzoni simpatici e affascinanti, avidi di coccole e di vizi, che sprigionano un’energia invidiabile e la cui priorità assoluta è giocare. A loro si affianca Simba, l’ultimo arrivato, un barboncino bolognese di pochi mesi color spumante che sta crescendo sulle orme di Lucky e Pongo. E nel fine settimana, insieme a noi, arriva da Milano la principessa della casa, Camilla, un Golden Retriver dal manto dorato che preferisce il mare e i divani alla campagna, ma non potendo fare a meno della compagnia di “mamma e papà”, si adatta a convivere con questi fratelli campagnoli senza disdegnare una passeggiata tra i pennuti.

E a  proposito di pennuti, al Borgo c’è l’imbarazzo della scelta. Ci sono anatre e oche dal lungo collo che amano vivere in comunità separate e sguazzare in un piccolo laghetto artificiale a loro destinato. E’ impossibile cercare di comprendere il linguaggio sguaiato delle oche ma di fronte al pericolo, come per esempio l’arrivo della volpe, sono un vero antifurto naturale. In compenso recuperano un po’ di classe quando, all’imbrunire, si sollevano in volo a un metro da terra, con l’eleganza di uno stormo di uccelli.

E poi c’è il pollaio, un microcosmo a sé: qualche faraona, una quarantina di galline che moriranno certamente solo di vecchiaia, e un solo gallo, monarca incontrastato, saggio ed equilibrato, capace di tenere a bada il suo harem, tollerante con gli umani, rispettoso nel suo canto mattutino del riposo dei nostri ospiti. Certo non manca qualche ovaiola sottomessa alle vessazioni di un marito molto focoso, ma nel pollaio c’è serenità.

Durante il giorno tutti gli animali scorrazzano liberi per i terreni del borgo, d’estate tra spighe e papaveri, attenti nelle ore più calde a ricercare l’ombra sotto le frasche dei melograni, dei noci e dei ciliegi. E all’imbrunire tutti si ritirano nei loro appartamenti, prime di tutte le galline che vanno ad appollaiarsi sui trespoli per godersi un meritato riposo.